Avvertenze e precauzioni per la salute

La situazione sanitaria in Thailandia è complessivamente buona e le strutture sanitarie locali sono efficienti, ma è comunque il caso di prendere alcune precauzioni per evitare di contrarre malattie presenti nel paese.

Come precauzione generale è consigliabile non consumare cibi o bevande dei quali non si conosca la provenienza e  bere solo acqua e bibite imbottigliate a meno che non si sia certi dell’igiene dei locali che le servono. Bisogno comunque bere spesso per evitare fenomeni di disidratazione. Prima di partire è consigliabile sottoscrivere una polizza che copra le eventuali spese sanitarie che in Thailandia sono a pagamento, in alcuni casi è possibile prevedere la copertura delle spese di rientro in patria del malato.

Come in tutti i paesi del sudest asiatico, anche in Thailandia è presente la febbre dengue ed quella Chikungunya, quest’ultima diffusa soprattutto nella zona meridionale del paese. Tutte e due le malattie si contraggono con il morso di una zanzara infetta e presentano sintomi simili quali febbre, spossatezza, dolori alle articolazioni, vomito e nausea. Per prevenire queste malattie è consigliabile indossare abiti lunghi di colori chiari, evitare i profumi che attirano gli insetti, utilizzare repellenti per insetti a base di n,n-dietil-n-toluamide o di kbr, soggiornare in camere dotate di condizionatori e/o zanzariere facendo attenzione che queste siano ben chiuse ed integre. Un’ulteriore precauzione può essere quella di utilizzare letti provvisti di zanzariere accertandosi prima di mettersi a dormire che non vi siano zanzare all’interno e rimboccando i lembi del lenzuolo sotto il materasso. Qualora si abbia la febbre dengue è controindicato l’uso di aspirina, per cui è sempre preferibile consultare il medico.

Dal 2004 nel sudest asiatico sono stati segnalati casi di influenza aviaria. In realtà i contagi da animale all’uomo sono stati segnalati solo nelle fasi iniziali dell’epidemia, attualmente le autorità sanitarie locali monitorano attentamente la situazione. In ogni caso e preferibile non toccare volatili, evitare di visitare allevamenti di pollame, e consumare la carne di volatili solo ben cotta.

In Thailandia è molto diffuso il virus dell’AIDS per cui è consigliabile non avere rapporti sessuali non protetti (cosa tra l’altro consigliabile in ogni luogo) e prendere tutte le precauzioni del caso per evitare il contatto con liquidi organici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy this password:

* Type or paste password here:

1,075 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress