Il Viaggio

Per visitare la Thailandia è sufficiente munirsi di passaporto purché la sua data di scadenza non sia distante meno di sei mesi, questo a meno che non si desideri soggiornare nel paese per più di un mese, in tal caso sarà necessario un visto apposto dall’ambasciata. Quando si giunge nel paese per via aerea all’aeroporto viene apposto un visto sul passaporto della durata di 30 giorni, qualora si giunga via terra la durata del visto scende a 15 giorni. Non sono previste vaccinazioni o profilassi particolari a meno che non si provenga da un paese a rischio di febbre gialla.

Il fuso orario è di 6 ore i avanti rispetto all’orario italiano. La religione più diffusa  il Buddismo Therevada, ma le altre religioni sono ben tollerate e i loro seguaci vivono in Thailandia sotto la protezione del re.

La lingua nazionale è il thailandese, ma l’inglese è, in genere, ben compreso nelle località turistiche.

Il servizio sanitario locale è suddiviso in pubblico e privato, ma entrambi sono a pagamento. In Thailandia è stata istituita un apposito corpo di polizia turistica che tutela i turisti che soggiornano nel paese.
La moneta thailandese è il Baht il suo valore di cambio risulta essere piuttosto fluttuante. Nel paese è possibile introdurre monete straniere per un valore massimo pari a 10.000 dollari al di sopra dei quali è necessario dichiararlo agli uffici doganali all’arrivo. E’ vietato introdurre nel paese droghe di qualsiasi tipo, in caso di violazione di questo divieto la legge thailandese applica pene molto severe tra le quali è contemplata anche la pena di morte. Sono severamente vietati i testi e le immagini oscene.  Tabacchi e bevande alcoliche possono essere portati senza pagare dazi in quantità limitata: 250 gr. o 200 sigarette per quanto riguarda il tabacco, un litro di bevande alcoliche.  Per quanto riguarda le armi è necessario ottenere un permesso dal dipartimento di Polizia locale. Si possono portare indumenti, articoli da toilette e attrezzature professionali, purché in quantità ragionevole. Alcune piante sono vietate, mentre per gli animali è necessario un permesso di ingresso rilasciato in aeroporto. Non è possibile esportare oggetti di antiquariato ed opere d’arte, salvo autorizzazione da richiedere a uno dei musei nazionali abilitato al rilascio almeno 6 o 7 giorni prima della spedizione allegando le immagini dell’oggetto da esportare. Anche le statue di Budda, salvo quelle da utilizzare per i riti buddisti, non possono essere esportate.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy this password:

* Type or paste password here:

1,075 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress