Tailandia: viaggi e vacanze ? Parti da qui !

Una guida pratica alla Thailandia
Una guida pratica alla Thailandia

La Thailandia, conosciuta anche come “terra del sorriso” per l’affabilità dei suoi abitanti, è ogni anno meta di migliaia di turisti occidentali. I paesaggi incontaminati delle sue isole e delle sue spiaggie, la confusione di Bangkok, i templi buddisti, le montagne della zona settentrionale, la sua filosofia, la cura del benessere con i famosissimi massaggi, il clima tropicale, tutto questo fa della Thailandia un luogo da visitare almeno una volta nella vita.

Chi desidera visitare questo paradiso tropicale può scegliere tra due possibilità: affidarsi ad un tour operator o organizzare le tappe principali del viaggio e poi muoversi autonomamente nel paese. La seconda opzione è consigliabile, a meno che non si sia privi di ogni spirito di avventura, perché la Thailandia è un paese dove ci si può spostare con molta facilità e senza eccessive spese sia in aereo, utilizzando le compagnie locali, che in treno grazie ad una linea ferroviaria che collega tutto il paese.

I turisti italiani che desiderano stare in Thailandia per meno di 30 giorni devono essere in possesso del passaporto in corso di validità e del biglietto di andata e di ritorno, per periodi di permanenza più lunghi è necessario un visto turistico rilasciato dall’Ambasciata.

La prima cosa da considerare prima di organizzare il proprio viaggio è il periodo. Come già accennato la Thailandia ha un clima favorevole ad esclusione della stagione delle piogge, tra giugno e settembre, anche se va detto che in questo paese, a differenza di altri paesi tropicali, anche in questo periodo si possono trovare giornate soleggiate. Il periodo estivo in Thailandia va da marzo a maggio, ma anche negli altri periodi dell’anno la temperatura si aggira tra i 24 e i 27 gradi consentendo un soggiorno piacevole, anche nelle località turistiche.

Un altro aspetto da considerare è la durata della vacanza. In considerazione del costo del biglietto aereo dall’Italia a Bangkok e dei numerosi luoghi da visitare vale la pena di considerare un periodo di almeno due settimane di permanenza, 4 o 5 giorni delle quali da dedicare a Bangkok una città che merita di essere vissuta qualche giorno per apprezzarla appieno.

E’ consigliabile prenotare dall’Italia solo l’albergo a Bangkok, poi da lì cercare una sistemazione per trascorrere qualche giorno al nord giungendovi in aereo e poi da lì spostarsi su qualche spiaggia della zona meridionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy this password:

* Type or paste password here:

1,001 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress